Meteosat On Line
Meteosat On Line
Meteosat, ultima immagine dal satellite.

Glossario di meteorologia



Alcune semplici spiegazioni ai termini meteorologici

Alone:
il fenomeno si manifesta quando il cielo è coperto da cirrostrati, la presenza di cristalli di ghiaccio provocano, per rifrazione e riflessione dei raggi luminosi, la formazione di anelli intorno al Sole o alla Luna.

Anemometro:
strumento per la misurazione della velocità del vento.

Anticiclone delle Azzorre:
area di alta pressione tendenzialmente calda che si sviluppa nella zona delle Azzorre.

Aria instabile:
termine per descrivere il sollevamento di masse d'aria dovute al riscaldamento del suolo o al passaggio di masse di aria fredda su superfici calde ma anche allo spostamento d'aria dovuto ai versanti di catene montuose o superfici frontali.

Aria stabile:
indica l'inversione termica effettuata in prossimità del suolo ma anche il lento e lineare diminuire della temperatura in funzione dell'altezza.

Bar:
unità di misura della pressione atmosferica, in metereologia si usa millibar (mb) per la pressioni barometriche.

Barometro:
strumento per misurare la pressione atmosferica, fu inventato circa nel 1640 da Evangelista Torricelli, allievo di Galileo Galilei.

Calore specifico: si calcola misurando la quantità di calore che serve a un corpo del peso di 1 grammo per aumentare la sua temperatura di 1 grado.
Celsius: (scala) o centigrada, fu introdotta da Celsius, fisico svedese nel 1742. Si ottiene dividendo in cento punti uguali l'intervallo tra l'ebollizione dell'acqua a una pressione di 1013,3 millibar (100°) e la temperatura del ghiaccio in fusione (0°).

Ciclone:
è una particolare configurazione barica dove al centro si ha una pressione atmofosferica minore delle zone circostanti, la sua forma è tendenzialmente ovale o quasi sferica.
Il ciclone prende nome di depressione o anche tifone in certe zone del pacifico occidentale e uragano ai tropici.

Convezione:
uno dei modi di trasmissione del calore, in meteorologia una massa d'aria al contatto con il suolo riscaldato aumenta la sua temperatura e comincia a innalzarsi. Per effetto della diminuizione di densità diviene più leggera e genera una corrente calda ascenzionale detta anche corrente convettiva.

Fronte:
linea delimitata al suolo dalla superficie di discontinuità generata dal piccolo spessore d'aria che separa due masse d'aria con caratteristiche diverse che si incontrano e tendono a scivolare una accanto all'altra senza unirsi.
Nel fronte si concentrano i fenomeni e le precipitazioni.
Gradiente termico verticale:
definisce il diminuire della temperatura della massa d'aria per ogni 100 metri di altitudine, può essere negativo o positivo; è considerato positivo se la temperatura aumenta con la quota, negativo o invertito in caso contrario.

Isòbare:
linea immaginaria che unisce tutti i punti di una determinata zona con stessa pressione barometrica nello stesso momento.

Punto di rugiada:
è la temperatura limite di trasformazione da vapore acqueo contenuto nella atmosfera in goccioline di rugiada, questo deve avvenire a pressione costante per esempio in prossimità del suolo.

Punto di condensazione:
avviene in quota e determina la temperatura limite da vapore acqueo a goccioline di pioggia.





© MoL (Meteosat on Line) 2015 - P.IVA 01285270466
info@meteosatonline.it

AVVERTENZE PRIVACY